info@gtclassic.it +39 393 99 22 203
DALLARA E PAGANI AL MOTORLEGENDFESTIVAL
April 19, 2018
0

DALLARA E PAGANI AL MOTORLEGENDFESTIVAL

Al MotorLegendFestival 2018 arrivano altre due eccellenze italiane: Dallara e Pagani vanno ad aggiungersi alla Ferrari, presente con Ferrari Corse Clienti, F.1 Clienti e XX Programmi, e Ducati nel completare il ricco parco di costruttori della MotorValley che dal 20 al 22 aprile parteciperanno a questa grande festa del motorsport.

Gian Paolo Dallara è il maggior costruttore di auto da competizione al mondo: dalla factory di Varano de Melegari escono tutte le F.Indy, le GP3, le GP2, i telai della Haas F.1, le vetture BR del WEC, le Cadillac dell’Imsa, i telai della F.E oltre alle monoposto della Superformula giapponese e alle varie Dallara di F.3 che monopolizzano le corse di questa categoria. Dell’ingegner Dallara e del suo numeroso staff sono anche molte vetture che prenderanno parte al MotorLegendFestival, sia nelle esibizioni, nelle competizioni o che verranno esposte. Tra queste, tutte le Lancia, dalla Beta Montecarlo Turbo alla LC1 e LC2, che presero parte al mondiale marche negli Anni’80 e che saranno esposte in occasione del 50simo anniversario del Martini Racing.

Recentemente Dallara ha prodotto la prima vettura GT ad alte prestazione che porta il proprio nome: la Stradale è stata presentata nel mese di novembre  e rappresenta un perfetto connubio tra alta tecnologia e fruibilità. Sarà esposta al MotorLegendFestival.

Horacio Pagani Ph: © ACTUALFOTO

Pagani è un altro miracolo italiano. Fondata dall’argentino Horacio Pagani, l’uomo che aveva disegnato parecchie Lamborghini, in pochi anni è diventata un simbolo per chi sogna le supercar.

Ogni Pagani è realizzata a mano e curata maniacalmente nei minimi particolari alle porte di Modena, in una splendida location dove si respirano cultura, il gusto dell’arte e dell’alta tecnologia. A MotorLegendFestival Pagani porterà le sue magnifiche realizzazioni, tra le quali emerge l’ultima nata: la Huayra, erede della Zonda, che nel 2017 è stata costruita anche in versione  roadster. Al recente salone di Ginevra, la Casa di San Cesario sul Panaro ha poi stupito, presentando la supercar tra le supercar: la Zonda HD, un pezzo unico dal costo di circa 20 milioni di euro ispirata al modello che ha rivelato Pagani al mondo.

285 PILOTI DI AUTO E MOTO

Al MotorLegendFestival sono già 255, 218 per il settore delle auto e 37 per quello delle moto, gli iscritti alle varie corse e all’esibizione dei Legendary Moments motociclistici che si disputeranno dal 20 al 22 aprile all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Di questi, 47 sono i piloti che prenderanno parte ai giri di pista di Ferrari Corse Clienti con gli XX Programmes, 35 iscritti tra i quali il campione francese René Arnoux, e F1 Clienti, al momento 12 monoposto di F.1 tra le più prestigiose del mondo di Maranello.

Il 1° Gran Premio Historic Formula One San Marino, riservato alle F.1 che vanno dal 1966 alla prima metà degli Anni’80, ha al momento un parco partenti di 29 vetture che spaziano dalle Lotus e Cooper degli Anni’60 alle più recenti Williams, Brabham, Lotus, Arrows, Shadow, Tyrrell, Ensign, Fittipaldi Ats, Tecno, Merzario e Hesketh.

33 sono gli iscritti all’Historic Sports Car mentre ben 58 sono coloro che calcheranno l’asfalto del Santerno al volante delle vetture Gran Turismo, per la gara di mini endurance ad esse dedicate. 58 sono anche i partecipanti alla corsa riservata alle turismo.

Masters Endurance Legends, gara di durata che raccoglie vetture Le Mans Prototype 1 e 2, GT1 e GT2 dal 1995 al 2012 per il momento ha raccolto 22 iscritti con vetture molto importanti come l’Audi R8 LMP1 o la Peugeot 908 regine di Le Mans e del mondiale endurance oltre a numerose Oreca.

A tutte queste vanno poi aggiunte le tante presenze dei piloti e delle vetture che prenderanno parte ai vari Legendary Moments non competitivi, con le varie esibizioni del Martini Racing, del Tributo Autodelta e di quello dedicato a Jim Clark oltre al Tecno Day e all’esibizione della Ferrari 312B pilotata da Jacky Ickx.

Sono inoltre una trentina i privati che parteciperanno alle sessioni di giri liberi al volante di auto di grande interesse storico. Al MotorLegendFestival, autentica festa del motorsport, non mancherà il mondo delle due ruote. I tanti campioni che saranno presenti a Imola sfileranno in pista da venerdi a domenica in sella ai loro bolidi: tra di loro Giacomo Agostini, Freddie Spencer, Phil Read, Carlos Lavado e alcune sorprese che presto saranno annunciate ufficialmente. Gli iscritti, destinati ad aumentare, sono 37 a dimostrazione dell’interesse che la prima edizione di MotorLegendFestiva sta suscitando.

GLI EROI DELLA 24 ORE DI LE MANS

Il MotorLegendFestival celebra gli eroi della 24 Ore di Le Mans. È confermata infatti la presenza alla manifestazione che inizierà venerdi 20 aprile per concludersi domenica 22 di due tra i più importanti piloti degli ultimi vent’anni: Emanuele Pirro e Rinaldo Capello. Il romano e il piemontese sono legati dalla comune esperienza come piloti ufficiali dell’Audi, Casa con cui hanno conquistato titoli e soprattutto vittorie nella corsa di durata più importante al mondo.

Emanuele Pirro ha trionfato nelle edizioni del 2000, 2001, 2002,2006, 2007 sia con l’Audi R8, sia con la R10TDI, prima vettura diesel a vincere la classica francese.

Rinaldo Capello, invece, ha conquistato la vittoria a Le Mans per la prima volta nel 2003 al volante della Bentley Speed 8 e successivamente nel 2004 e nel 2008 con l’Audi.

Entrambi piloti di valore assoluto vanno ad aggiungersi ad altri tre vincitori della 24 Ore già confermati da tempo a MotorLegendFestival: Jacky Ickx, il cui nome nell’albo d’oro della classica francese compare ben 6 volte,  sia il francese Jean Pierre Jaussaud che fece sua la corsa nell’edizione del 1978 al volante della Renault Alpine A442B vincendo con la Rondeau M379-Cosworth nel 1980 e Paolo Barilla che riportò i colori italiani sul podio più alto nel 1985 al volante della Porsche 956 del team Joest a distanza di 21 dall’ultima vittoria tricolore ad opera di Nino Vaccarella.

Nel corso delle tre giornate di MotorLegendFestival i cinque saranno a disposizione del pubblico. Emanuele Pirro parteciperà ai Legendary Moments, sfilando con una Lancia Beta Montecarlo Turbo Gruppo 5  del Martini Racing di cui fu uno dei maggiori interpreti quando, giovanissimo, venne inserito nel programma della Casa torinese, correndo tra l’altro alla 24 Ore di Le Mans. Il romano, che in carriera è stato anche ottimo pilota di Formula 1, collaudatore della McLaren-Honda e campione Superturismo, osserverà con grande interesse le evoluzioni dell’Audi R8 iscritta nel Master Historic Endurance.

Dindo Capello, invece, sarà a contatto con il pubblico per spiegare i segreti dell’Audi R18, protagonista del WEC nelle sue varie versioni dal 2010 fino al 2016, anno in cui la Casa di Ingolstadt annunciò il  ritiro dalle competizioni della serie iridata.

Jean Pierre Jaussaud, uno dei migliori piloti francesi di monoposto degli Anni’60 e ‘70, sarà una delle stelle del Tecno Day. Il pilota francese infatti è stato uno dei massimi interpreti delle monoposto bolognesi, vincendo il prestigioso Gran Premio di Montecarlo di Formula 3 nel 1968 e laureandosi campione transalpino della categoria nel 1970, quando ottenne sette vittorie in una stagione.

Quanto a Jacky Ickx è confermata la sua esibizione al volante della Ferrari 312B che dividerà con Paolo Barilla. Ickx sarà poi protagonista domenica 22 di un dibattito-incontro con l’ingegner Mauro Forghieri, progettista di quella monoposto e direttore tecnico della Ferrari, in occasione della presentazione del volume “ La Ferrari secondo Forghieri dal 1947 a oggi”.

 

GTClassic_Seguici_sui_social

 

Leave a Reply

CAPTCHA
Change the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code